Fotogallery

PrimaDopo

ORECCHIE

difetti correggibili

1) orecchie a ventola (l'intervento più richiesto)
2)anomalie dell'elice
2a) carenza/assenza rilievo dell'elice
2b) anomala plicatura rilievo dell'elice
3) anomalie forma (e eventuale dimensione) del padiglione
4) lobo fissurato in modo completo o incompleto

1) orecchie a ventola (l'intervento più richiesto)

Spesso la richiesta del paziente che si rivolge per un'otoplastica, è di avere le orecchie il più attaccate possibile.
In effetti affinchè tu sia soddisfatto e il risultato sia obiettivamente perfetto, occorre, in caso ad esempio di prominenza di tutto il padiglione, fare rientrare bene tutto l'orecchio, correggendo completamente la sporgenza della parte alta, della parte centrale (conca) e della parte bassa (lobo). Creando o perfezionando la plicatura dell'antelice (quando assente o carente) o correggendo un'ipertrofia della conca.
Devi sapere però che, affinchè il risultato oltre ad essere perfetto sia anche naturale, alla visione di fronte le orecchie non devono scomparire.
Tutto quanto sopra ti sarà chiarito durante la visita preoperatoria. Nel corso di questa ti mostrerà casi analoghi e allo specchio potrai visualizzare la correzione ideale nel tuo caso.
La correzione verrà comunque effettuata tenendo conto dei tuoi desideri.

consigli per i genitori

Se tuo figlio ha un carattere introverso e soffre per le "orecchie a ventola", sappi che l'intervento è effettuabile a partire dai sette anni di età. In questo caso affronta il problema con cautela e se lui lo desidera, non esitare a sottoporlo all'intervento. Non puoi immaginare quale soddisfazione dia al tuo bambino e quale influenza positiva abbia sul carattere, l'eliminazione del difetto.
L'intervento di otoplastica viene richiesto anche da ragazze e ragazzi che non hanno nessun complesso e che desiderano cambiare look e acconciatura.

età: dai 7 anni

L'otoplastica per la correzione delle "orecchie a ventola" (non si dice "a sventola") è effettuabile a partire dai sette anni.
A quest'età infatti il padiglione auricolare è completamente conformato.

2a) carenza/assenza rilievo dell'elice

Il rilievo dell'elice può essere carente in grado variabile, fino ad essere assente.
Il contorno superiore del padiglione auricolare ha una normale rotondità e convessità, ma si presenta più o meno piatto, per l'assenza del rilievo dell'elice.
Trattamento: creazione rilevo dell'elice

2b) anomalia plicatura rilievo dell'elice

il rilievo dell'elice è presente (o accentuato), ma è piegato in maniera anomala.
Il contorno superiore del padiglione auricolare ha perso la normale rotondità e presenta una indentatura di grado variabile.
Trattamento: correzione dell'anomalia di plicatura dell'elice

3) anomalia di forma del padiglione auricolare

La forma del contorno del padiglione auricolare (e l'eventuale dimensione) presenta una deviazione dallo standard normale.
Spesso è associata a carenza del rilievo dell'elice.
Trattamento: correzione anomalia di forma (e dell'eventuale dimensione) del padiglione e creazione del rilievo dell'elice, se assente.

4) lobo fissurato

la fissurazione del lobo può essere completa o incompleta

Cause:

- infiammazione e macerazione della cute del lobo, per intolleranza al nichel presente negli orecchini, con progressivo ampliamento del foro dell'orecchino, fino a fissurazione completa

- traumatica
Trattamento: asportazione dei margini cutanei della fisurazione e sutura (variazioni di tecnica se fissurazione completa o incompleta)

Complicazioni specifiche otoplastica

Complicazioni specifiche quali incompleta correzione del difetto, aspetto innaturale, dipendono dalla tecnica utilizzata e dall'esperienza del chirurgo.
La differenza da un chirurgo all'altro la si vede nella cura dei dettagli.

complicazioni generiche otoplastica

Complicazioni generiche: ematoma, infezione, cicatrizzazione patologica, conseguenze, cause, prevenzione, trattamento. (vedi sezione Complicazioni)

Complicazioni generiche: precisazioni relative alla sede

Per evitare complicazioni generiche quali ematoma, infezione, problemi di cicatrizzazione, è sufficiente seguire le normali norme di prevenzione.
Se si seguono le regole non vi sono in pratica rischi particolari.

rischi

seguendo le regole, non vi sono rischi particolari

soddisfazione del paziente

Alta grazie a risultati naturali e definitivi

ritorno alla propria attività dopo 24 - 48 h

Le orecchie alla fine dell'intervento sono già fissate nella posizione corretta

La medicazione compressiva che applico alla fine dell'intervento, serve solo a ridurre lividi e gonfiore e viene tenuta per massimo 24 - 48 ore.

In pratica tolta la medicazione compressiva dopo 24-48 ore, puoi fare uno shampoo e ritornare alle tue attività senza che nessuno si accorga dell'intervento.
I punti sono nascosti dietro la piega dell'orecchio, gli eventuali lividi o gonfiore sono nascosti dai capelli e regrediscono rapidamente.

anestesia locale

ambulatorialmente

DOTT. ANDORNO CORRADO

per info o richiesta visita:

In caso di richiesta visita via mail, specifica lo studio (Milano, Torino, Arona, Ivrea) e la fascia oraria preferita per la visita.
Se si desidera essere contattati telefonicamente, nella mail, oltre al telefono, indicare la fascia oraria nella quale preferite essere contattati.

Modulo richiesta informazioni

Consenso al trattamento dei dati personali ex art. 23 del d.lgs 196/03
* I campi con l'asterisco sono richiesti

email:

telefono:

Milano N verde 800 144 359
Torino Tel. 011 3183024
Arona Tel. 0322 240094
Ivrea Tel. 0125 612400